Cataratta: quando il cristallino si opaca | Patologie | SOI
Per il Medico Oculista
Per il Cittadino




 


 
CONVOCAZIONE ASSEMBLEA SOI

Il Presidente della Società Oftalmologica Italiana convoca l’ASSEMBLEA DEI SOCI il giorno sabato 2 Dicembre 2017 alle ore 10:30 [read more]

ELEZIONI SOI 2018-2021

97° CONGRESSO NAZIONALE SOI
Orari e giorni di apertura dei seggi

Iscriviti a SOI

Visualizza le modalità di rinnovo della quota associativa

Assistenza del Medico Anestesista

Elenco dei Centri Chirurgici che prevedono l'assunzione in carico del paziente da parte del medico anestesista (in aggiornamento)[scarica elenco]

Richiedi il Patrocinio SOI

SOI intende incoraggiare gli eventi che promuovano il benessere visivo nel paese. Per richiedere il Patrocinio SOI, è indispensabile presentare le proposte almeno 4 mesi prima dell'evento. [read more]

CERSOI
Certificazione Qualità

Specializzata nel settore oftalmologico, CERSOI certifica la qualità del medico oculista. [read more]

Il Sindacato ASMOOI

ASMOOI è l'Associazione Sindacale dei Medici Oculisti e Ortottisti italiani, nata per rappresentare gli interessi della categoria professionale degli oculisti e ortottisti.[read more]

INDEXOfta

Il portale degli eventi Oftalmologici Italiani[read more]



Cataratta

QUANDO IL CRISTALLINO SI OPACA
 
La cataratta è definita come un’opacizzazione del cristallino. Da un punto di vista epidemiologico, rappresenta la principale causa di cecità nel mondo e una delle principali cause di cecità legale nei Paesi industrializzati.
 
La classificazione della cataratta avviene sia in base all’ età di insorgenza, sia in base alla localizzazione e sia in base alla presentazione obiettiva. Per tale motivo potremo distingue:
 
Cataratte congenite;
Cataratte acquisite
Senili
Traumatiche
Secondarie a patologie sistemiche
Secondarie a patologie oculari
Iatrogene ( da medicamenti)

Entrambe le forme potranno, a seconda della sede verranno distinte in:

Cataratte polari anteriori o posteriori
Cataratte nucleari
Cataratte sottocapsulari anteriori o posteriori

Dal punto di vista clinico, a seconda del progressivo grado di diminuzione del visus, si distingueranno in:

Cataratte iniziali
Cataratte avanzate
Cataratte intumescenti
 
Dal punto di vista istopatologico si osserva, sia una denaturazione delle proteine costitutive ( α-β-γ-cristalline) con conseguente perdita della classica forma elicoidale, sia la presenza di depositi di sostanze metaboliche frutto del turn-over cellulare. Questi due processi sono alla base della perdita di trasparenza del cristallino. La sintomatologia legata a tutte le tipologie di cataratta, salvo caratteristiche proprie ad ogni singola entità clinica, è caratterizzata dalla totale asintomaticità, fino ad arrivare ad una diminuzione, anche importante del visus. Essendo comunque un processo con caratteristiche evolutive, in linea generale, salvo alcuni tipi di cataratta congenita, il sintomo principale è una diminuzione progressiva del visus: “…come una tenda scura che cala progressivamente sull’occhio..”. Dal punto di vista clinico, la cataratta, appare come una perdita di trasparenza, localizzata o diffusa del cristallino che, quando avanzata, risulta visibile anche ad occhio nudo.


[Leggi tutto l'articolo]