Presbiopia | Vademecum | SOI Società oftalmologica italiana
Per il Medico Oculista
Per il Cittadino






 
Iscriviti a SOI

Visualizza le modalità di rinnovo della quota associativa

Assistenza del Medico Anestesista

Elenco dei Centri Chirurgici che prevedono l'assunzione in carico del paziente da parte del medico anestesista (in aggiornamento)[scarica elenco]

Richiedi il Patrocinio SOI

SOI intende incoraggiare gli eventi che promuovano il benessere visivo nel paese. Per richiedere il Patrocinio SOI, è indispensabile presentare le proposte almeno 4 mesi prima dell'evento. [read more]

CERSOI
Certificazione Qualità

Specializzata nel settore oftalmologico, CERSOI certifica la qualità del medico oculista. [read more]

Il Sindacato ASMOOI

ASMOOI è l'Associazione Sindacale dei Medici Oculisti e Ortottisti italiani, nata per rappresentare gli interessi della categoria professionale degli oculisti e ortottisti.[read more]

INDEXOfta

Il portale degli eventi Oftalmologici Italiani[read more]



Presbiopia


TUTTO QUELLO CHE BISOGNA SAPERE

La presbiopia è un vizio di rifrazione, dovuto alla riduzione della capacità dell’occhio di messa a fuoco da vicino.
Sono circa 28 milioni il numero dei presbiti in Italia (negli Stati Uniti superano i 100 milioni e arrivano oltre i 2 miliardi in tutto il mondo). Un disturbo che colpisce tutti e comincia in genere a 45 anni. Così, con l’innalzamento dell’età media, non solo aumenta il numero dei presbiti ma sono sempre maggiori anche le esigenze di ognuno dopo gli “anta”, perché a tutte le età si vuole leggere, usare il computer, eseguire lavori di precisione che richiedono una perfetta capacità visuale da vicino. Quindi, considerando la maggiore aspettativa di vita e la rilevanza socio-economica e psicologica, questo problema assume di giorno in giorno maggiore importanza.

Di che cosa si tratta

La presbiopia più che un difetto è una manifestazione naturale, un fenomeno che inizia con la nascita, anche se diventa molto fastidioso generalmente solo intorno ai 45 anni. In pratica, un bambino riesce a mettere a fuoco anche una mosca che ha sul naso. Con il passare degli anni, deve allontanare sempre di più l'oggetto che ha di fronte per poterlo vedere bene. Superata la quarantina, per mettere perfettamente a fuoco un oggetto dovrà allontanarlo oltre la lunghezza delle proprie braccia.



[Leggi tutto l'articolo]